Home » Cosa significa AML?

Cosa significa AML?

  • di

AML è l’acronimo di Anti-Money Laundering, ovvero antiriciclaggio. Nell’ambito delle criptovalute si riferisce alle leggi, alle regole e alle politiche messe in atto per impedire ai criminali di trasformare in denaro fiat le crypto ottenute illegalmente.

AML - Anti-Money Laundering
AML – Anti-Money Laundering

Il riciclaggio di denaro è il processo di occultamento delle origini del contante o delle criptovalute (ottenuti in modi non legali) passandoli attraverso una sequenza complessa di trasferimenti o transazioni. Queste transazioni cercano di apparire legittime, consentendo così al proprietario dei fondi illegittimi di utilizzarli per scopi leciti.

L’AML prende di mira attività criminali come il commercio di beni illegali (droga, contrabbando), la corruzione, l’evasione fiscale o il finanziamento del terrorismo, solo per citarne alcuni.

Le istituzioni finanziarie svolgono un ruolo significativo nell’AML. Se i criminali non riescono a spostare con successo i proventi di questi atti illegali, non sarebbero incentivati ​​a compiere crimini.

Pertanto si stanno facendo strada tutta una serie di norme e regole che impongono agli exchange centralizzati di monitorare le transazioni dei clienti e le registrazioni dei depositi, soprattutto quando sembrano essere più grandi del normale.

È assai probabile che in futuro verranno tracciati non solo i trasferimenti da conti bancari verso gli exchange, ma anche dagli exchange verso i self-custody wallet, ovvero quei wallet che si ritenevano fossero assolutamente privati e “fuori dal radar”.

In affiancamento all’AML, praticamente tutti i CEX richiedono già oggi il cosiddetto KYC (ovvero la verifica dell’identità del cliente).