Home » Cos’è il Burning (di Criptovalute)?

Cos’è il Burning (di Criptovalute)?

  • di

Il coin burning è il processo di rimozione di una porzione di un certo numero di monete dalla circolazione per controllarne il prezzo. È una pratica fatta per incentivare la detenzione a lungo termine tra gli utenti, gestendo il prezzo attraverso la limitazione dell’offerta. Un altro scopo di questi burn, spesso effettuati periodicamente, è mantenere bassa l’inflazione.

Burning di criptovalute
Burning di criptovalute

Vincent Lau, amministratore delegato delle operazioni internazionali presso Huobi Global, afferma che ridurre l’offerta di token aiuta a sostenerne il prezzo sul mercato e può aumentarne il valore nel tempo.

Secondo Sathvik Vishwanath, co-fondatore e CEO di Unocoin, è un buon evento per gli investitori in quanto riduce il numero totale di token disponibili per la circolazione: “È importante che gli investitori sappiano quando questi eventi stanno per accadere e qual è il numero di token che verranno “bruciati”, in modo che la variazione di prezzo dovuta all’evento venga presa in considerazione”, sottolinea.

Non importa quale sia la ragione specifica del burn; Vishwanath aggiunge che generalmente la comunità (e i detentori di quella criptovaluta) lo accetta come un buon segno e, ora che il numero di token disponibili per il trading si è ridotto, il prezzo generalmente tende ad aumentare in corrispondenza all’evento (e, in alcuni casi, anche sul medio-lungo termine).