Home » Cosa sono gli Exchange Centralizzati (CEX)?

Cosa sono gli Exchange Centralizzati (CEX)?

  • di

Gli exchange centralizzati (CEX) sono piattaforme, possedute da società private, che permettono lo scambio di criptovalute e facilitano la negoziazione di asset tra gli utenti mantenendo un order book (un registro di ordini di acquisto e vendita inviati da singoli trader). I CEX aggregano gli ordini dei loro utenti e quindi utilizzano un software per abbinare ed eseguire gli ordini di acquisto e vendita corrispondenti.

Exchange Centralizzati
Exchange Centralizzati

Gli utenti dei CEX, in realtà, non scambiano criptovalute o valute fiat tra di loro. Quando depositano i loro fondi su uno di questi exchange, quest’ultimo assume la custodia di tali beni ed emette un importo corrispondente di IOU (token di debito) al trader. L’exchange tiene traccia degli IOU di ogni utente mentre passano di mano nelle negoziazioni e li converte in valuta reale solo al momento del prelievo dei fondi.

I CEX sono attualmente la modalità operativa più diffusa per negoziare criptovalute. La semplicità, la velocità e l’efficienza, in termini di costi, nell’elaborazione delle transazioni li rendono un luogo conveniente per i day trader e gli investitori che intendono acquistare e vendere crypto.

I CEX forniscono anche servizi di altra natura: oltre al trading danno spesso la possibilità di ottenere interessi sulle criptovalute depositate o prenderle in prestito da altri utenti: è l’azienda che gestisce la piattaforma a gestirne il funzionamento e ad offrire tutte le garanzie del caso.

Tuttavia, la dipendenza dei CEX da un’entità centrale comporta alcuni svantaggi. Il fatto che detengano la custodia delle risorse degli utenti rende i CEX un obiettivo redditizio per potenziali aggressori, sia dall’esterno che dall’interno dell’organizzazione: nel 2019, oltre 292 milioni di dollari di fondi dei clienti sono stati persi solo nei 12 più grandi hack di queste piattaforme. Ecco perché è bene appoggiarsi a CEX dotati di ottime coperture assicurative, come Crypto.com o Nexo.

Infine, gli exchange centralizzati rappresentano un facile bersaglio per la censura di governi, consentendo ai regolatori di congelare e/o sequestrare i fondi degli utenti e costringere le società a rivelare le informazioni personali dei propri clienti.

Queste problematiche cercano di essere risolte dagli exchange decentralizzati (DEX), che tuttavia presentano altri rischi e svantaggi.